Ferrari, test solitari al Mugello. Teme confronti con la McLaren?

Contrariamente al previsto, lda oggi (lunedì) la Rossa F60, con Raikkonen, non sarà in Portogallo, a Portimao, ma nel Mugello. Salterà così i primi test con tutti gli altri team, compresa la grande rivale inglese<br />

Vietato pensare male. La Ferrari a sorpresa, venerdì, ha annunciato che avrebbe saltato i test portoghesi in programma da oggi sul circuito di Portimao e subito è stato un fiorire di voci e ipotesi. Ci sono quelli che del pessimismo cosmico hanno fatto un credo anche in formula uno e coloro che pensano comunque in positivo. Per cui c’è chi sostiene che la decisione della Rossa di evitare il confronto diretto con la McLaren-Mercedes in primis, e con tutti gli altri team poi, sia una manifestazione di debolezza; e c’è chi pensa invece che potrebbe essere l’esatto contrario.

Nel primo caso vorrebbe dire che i primi i dati e qualche guaio avuti nel debutto della settimana scorsa al Mugello hanno consigliato di evitare la sentenza del cronometro accanto ad altri; nel secondo caso, significherebbe invece che la consapevolezza di avere alcune soluzioni particolari ha suggerito di evitare di mettersi al centro del palco motoristico con tutti gli occhi addosso. Fatto sta, la Ferrari motiva la decisione di non andare in Portogallo, preferendogli il vicinissimo Mugello, con le avverse condizioni meteo previste nella penisola iberica. Al contrario, al Mugello, era atteso bel tempo. Era, perché ieri sera le previsioni sono un poco cambiate e da oggi si vedrà.

Di certo, dunque, c’è solo che, in caso di ritardi e di problemi vari sulla F60 messa in pista da Kimi Raikkonen, il Mugello è molto ma molto più vicino a Maranello del Portogallo. Correre ai ripari sarà più facile e, date le molte novità introdotte, questa è forse la cosa che più conta.