Il Ferraris ci rimette 2.920 posti ma guadagna l’agibilità

Lo stadio Luigi Ferraris perde 2.920 posti ma in cambio avrà l'agibilità sospirata sin dal 1990, quando fu completamente rinnovato. Inoltre saranno installati display televisivi attraverso i quali tutti gli spettatori potranno vedere le fasi di gioco anche dai punti più defilati. Il progetto definitivo di adeguamento dello stadio alle nuove norme è stato approvato ieri dalla commissione provinciale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo, presieduta dal prefetto Giuseppe Romano, il quale ha espresso soddisfazione per la decisione «storica». L'accordo sulle misure di sicurezza è stato raggiunto tra il Comune di Genova, rappresentato dall'assessore Giorgio Guerello, il questore Salvatore Presenti ed il comandante dei vigili del fuoco, ing. Davide Meta. La capienza del Ferraris scenderà così da 40 mila a 37.091 spettatori. In particolare i parterre delle gradinate perderanno 1.058 posti (539 quello della curva nord, 519 quello della curva sud). Altri 1.072 posti saranno sacrificati nell'anello inferiore della tribuna sud ed altri 790 in quello dei distinti. Il concetto che si è voluto attuare è che tutti gli spettatori possano d'ora in poi avere una visibilità completa da seduti. Con il completamento dei lavori già cominciati (seggiolini, tornelli, etc) lo stadio potrà così ottenere l'agibilità. Sinora per ogni partita il sindaco doveva emettere un'ordinanza per consentirne lo svolgimento. Il provvedimento di riduzione dei posti verrà comunicato da subito alla Sampdoria ed al Genoa per la vendita dei biglietti.