Ferrazza da ieri commissario del Carlo Felice

Il sindaco Marta Vincenzi si dice soddisfatta, i sindacati sono imbufaliti e parlano di «vergogna e fatto gravissimo». Comunque ormai è fatta. Da ieri il Teatro Carlo Felice è ufficialmente commissariato. Il ministro per i Beni e le attività culturali Sandro Bondi ha nominato Giuseppe Ferrazza nuovo commissario straordinario del Teatro. Ferrazza sarà affiancato da Marco Amoruso in qualità di sub commissario ed entrambi resteranno in carica per sei mesi e, comunque, non oltre la ricostituzione degli organi della Fondazione. All’estremo rimedio del commissario si è arrivati su espressa richiesta del sindaco che aveva constatato «il venir meno delle relazioni umane tra il sovrintendente Gennaro Di Benedetto da una parte e le maestranze tecniche e artistiche dall’altra». Queste dal canto loro, secondo Nicola Lo Gerfo della Fials, ritengono il provvedimento illegittimo e si riservano eventuali azioni legali nei confronti del presidente della Fondazione e del cda.
Quanto al ministro, Bondi augura successo ai nuovi responsabili nell’opera che li vedrà collaborare con i soci fondatori del Carlo Felice nel riavviare al più presto l’ordinaria amministrazione del Teatro.