Ferrero: "Con questo Pd non si può governare"

Il segretario di Rifondazione a Veltroni: "Il Pd avendo fallito non può presentare il presidente. Non ci sono le condizioni per governare insieme finchè il peso della sinistra è un decimo rispetto alla coalizione"

Roma - Ferrero mette i puntini sulle "i" su un eventuale unione col centro sinistra. "Noi siamo interessati a fare una coalizione con il centrosinistra sulla base di tre condizioni: non ci può essere alcun indagato in lista; il Pd, avendo fallito, non può presentare il presidente; il programma si vede nel merito concreto". Sono questi i paletti posti da Paolo Ferrero, ospite di "Omnibus Estate" su La7.

Non si può governare insieme Il segretario Prc non fa sconti, dunque, al partito di Veltroni osservando che "non ci sono le condizioni per governare insieme finchè il peso della sinistra è di un decimo rispetto al Pd e il Pd ha questa linea". Ferrero torna anche a criticare che durante il governo Prodi "su tutti i punti fondamentali, quando il Pd ha dovuto scegliere, non ha scelto la mediazione con Rifondazione Comunista ma la mediazione con i poteri forti: il Vaticano, le banche, le assicurazioni e Confindustria".

Candidatura di Di Pietro "Se ci fosse una candidatura di Antonio Di Pietro a presidente della Regione Abruzzo, non capisco quale problema potremmo avere, ne discuteremo in merito al programma", ha dichiarato il neo segretario di Rifondazione.