Ferretti festeggia 40 anni con una raffica di novità

L’ad Cannatelli: «Per la Borsa aspettiamo le risposte dei mercati»

da Cannes

Un esercizio nautico da incorniciare, quello chiuso il 31 agosto scorso, per il gruppo Ferretti. Un esercizio storico perché è quello del 40° anniversario della fondazione, ma fatto anche di grandi numeri. «Peccato che non possiamo diffondere i dati, che comunque sono eccellenti. Stiamo per tornare in Borsa e, quindi, occorre prudenza. Quando accadrà non lo sappiamo, il momento non è dei più favorevoli, ma noi siamo pronti. Aspettiamo solo le risposte dei mercati», ha detto Vincenzo Cannatelli, ad del gruppo. Nell’esercizio precedente i ricavi avevano superato il miliardo.
E così, al 6° Meeting Group Ferretti, che inaugura il Salone nautico di Cannes, si è parlato di aziende (nove i marchi che fanno capo alla società di Forlì), di prodotti, di innovazione, di ricerca e di acquisizioni.
Ferretti è presente con 43 imbarcazioni - un record - di cui 11 anteprime mondiali e una europea. Due le novità importanti per quanto riguarda l’innovazione tecnologica, realizzate da Ayt (Advanced Yacht Technology), il centro di progettazione e ricerca navale del gruppo: un sistema di propulsione ibrida capace di far navigare per la prima volta in «zero emission mode» un’imbarcazione sopra i 20 metri, e la carena Fer.Wey, definita «transplanante», per una navigazione a grande comfort ed efficienza energetica nel range delle medie velocità.
Sul fronte commerciale il gruppo è cresciuto sul già consolidato mercato europeo mentre continua l’espansione sui mercati emergenti. Infine un vero boom di investimenti per le infrastrutture, legate al settore nautico, in particolare in Medio Oriente.
«Quello che si è appena concluso - ha detto Norberto Ferretti - è stato un anno di grandi soddisfazioni. I nostri 40 anni di successi sono frutto della professionalità e competenza, nonché dell’entusiasmo e passione con cui da sempre lavorano tutti gli uomini del gruppo, un team coeso e sempre pronto a raccogliere nuove sfide».