Ferrovie e Poste insieme nella logistica

da Milano

Le Ferrovie dello Stato hanno firmato con Poste Italiane una lettera di intenti per dare vita a un grande operatore della logistica. Il progetto dovrebbe essere definito a breve. Lo ha detto l’amministratore delegato delle Ferrovie, Mauro Moretti, interpellato dai giornalisti dopo l’intervento del presidente del Consiglio, Romano Prodi, il quale ha affermato di avere sollecitato in tal senso le due aziende. «È ovviamente un invito che abbiamo colto - ha commentato Moretti - e sollecitato a nostra volta. Si tratta di un progetto comune per dare vita a un grande operatore logistico italiano così come indicato dal presidente Prodi». Intanto, anche in casa Fs si sta lavorando per rimettere ordine nel settore cargo: «Stiamo attuando una grande impresa logistica - ha osservato Moretti - fondendo tutti i pezzettini di tante piccole aziende che attualmente esistono, in un unico soggetto». E anche l’amministratore delegato di Poste Italiane, Massimo Sarmi, ha confermato: «Abbiamo avviato negoziati e verifiche comuni finalizzate alla possibile collaborazione in merito allo sviluppo di un sistema di logistica integrata». L’apporto di Poste Italiane nel progetto, secondo Sarmi, «è la capacità di raggiungere ogni cittadino e azienda sul territorio, grazie alla capillarità delle nostre reti di logistica e alla presenza dei nostri 14mila uffici postali. La nostra infrastruttura è in costante sviluppo dimensionale e tecnologico, perfettamente in grado di svolgere un ruolo primario, esprimendo in particolare forte capacità di innovazione nei sistemi di governo e di gestione dei flussi delle merci in movimento».