Ferrovie, ok al contratto addetti e servizi. Intesa per 90mila

Raggiunta una prima ipotesi d’intesa per il rinnovo del contratto delle attività ferroviarie. Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Ugltrasporti e Fast Ferrovie hanno sottoscritto l’intesa con Agens, Federtrasporto, e Ancp. La firma dell’ipotesi di accordo avverrà entro il prossimo 20 luglio, scadenza convenuta per realizzare, nel frattempo, l’adesione al contratto rinnovato delle altre rappresentanze datoriali e delle aziende operanti negli appalti ferroviari e per concludere anche la trattativa per il rinnovo del contratto del Trasporto Pubblico Locale. Il nuovo contratto delle attività ferroviarie riguarda circa 90 mila addetti e scadrà il 31 dicembre 2014. L’accordo prevede un aumento economico sui minimi tabellari di 160 euro medi, suddivisi in 60 euro dall’1 settembre 2012, 40 euro dall’1 dicembre 2012, 30 euro dall’1 ottobre 2013 ed altrettanti dall’1 ottobre 2014. L’intesa prevede anche una ’una tantum’ di 1.670 euro medie per il triennio 2009-2011 e per i primi 7 mesi 2012. Contestualmente è stata siglata l’ipotesi d’intesa per il contratto aziendale del Gruppo Fs.