Ferrovieri a giudizio

Sei dipendenti delle Ferrovie, il titolare e il capocantiere dell' impresa che aveva eseguito lavori lungo la linea ferroviaria, sono stati rinviati a giudizio dal tribunale di Alessandria per il deragliamento del treno Livorno-Torino del 16 maggio 2004, in località Libarna di Serravalle, che provocò la morte di una passeggera e il ferimento di altre 39 persone. Il gup ha fissato il processo per il 9 marzo 2006. Sono accusati di concorso in disastro ferroviario colposo, omicidio e lesioni colpose. Gli imputati sono i genovesi Carlo Alberto Tobaldi, responsabile della struttura operativa di Genova, Mario Salvatore Nicolini, capo unità territoriale Genova nodo, Andrea Barsotti e Alessandro Coggiola, divisione infrastrutture Genova nodo, Giampiero Parodi, capo reparto infrastrutture, Vito Lo Scavo responsabile del tronco; Enrico Valditerra, legale rappresentante della società e il suo capocantiere Roberto Cresceri.