Una festa in black Quando stare a casa è il nuovo uscire

Non è stato un solo Bianco Natale: così quest'anno gli ambienti si vestono di nero

Alice Rosati

Siamo soliti immaginare un Bianco Natale, dal titolo della canzone natalizia più venduta di sempre, eppure quest'anno a fare da protagonista è il Black Christmas. Un trend popolare negli Stati Uniti, nonostante Melania Trump abbia deciso di decorare la Casa Bianca in controtendenza con degli abeti rossi. A scaldare le case per le feste sono alberi artificiali di colore nero da addobbare a piacere. Su Instagram sono 9.600 i post con l'hashtag #blackchristmastree e su Pinterest sono state salvate 12.000 foto. Dati che confermano come la decorazione dell'albero di Natale da rito intimo e familiare si sia trasformato in un appuntamento social da mostrare ad amici e sconosciuti. La casa, del resto, è l'ambiente preferito della stagione invernale, «Stare a casa is the new uscire» come già nel 2014 avevano intuito con ironia i fondatori dell'omonima pagina Facebook che conta 71mila like, dedicata a chi a party e bollicine preferisce la comodità del suo divano in compagnia di Netflix. Per rendere gli ambienti ancora più caldi e confortevoli e vivere come Cameron Diaz nel film L'amore non va in vacanza, Houzz, la piattaforma online per ristrutturare e arredare casa, consiglia di ritagliarsi degli angoli lettura in cui rifugiarsi, e di allestire in bagno una mini Spa con candele dalla luce soffusa, oli essenziali e della buona musica per stimolare il benessere di corpo e mente. Se non avete una vasca da bagno in cui immergervi basta anche una pianta vicino alla finestra, un nuovo set di asciugamani o cambiare la disposizione dei prodotti per fare ordine e prendersi più tempo per sé. Vivere in un ambiente curato e in ordine fa sentire più rilassati e positivi.

Rendere la casa più accogliente del solito durante le feste è bello anche se avete un appartamento in affitto su Airbnb. Sweetguest, società nata nel 2016 con l'obiettivo di aiutare i proprietari di immobili a massimizzare il potenziale della loro casa in affitto, consiglia di appendere una ghirlanda fuori dalla porta per fare vivere agli ospiti la magia del Natale anche quando sono in trasferta per brevi periodi. E poi, di fare l'albero perché che Natale sarebbe senza?; di decorare la tavola con una tovaglia rossa o dei tovaglioli a tema; di fare trovare della frutta secca di benvenuto con tanto di spumante per festeggiare, e di posizionare delle candele nelle stanze per scaldare l'atmosfera.

Questo mood i danesi lo chiamano «hygge», l'arte di creare un clima accogliente, piacevole e di intimità mentre si assaporano i piaceri della vita circondati dall'affetto delle persone care. Gli scozzesi, invece, lo chiamano «coorie», parola che significa «stringere» o «coccolare». Una nuova ricetta per la felicità che l'autrice Gabriella Bennett ha trasformato in un libro: The Art of Coorie, How To Live Happy The Scottish Way, in cui insegna a condurre un'esistenza più tranquilla, bilanciando il lavoro con tanti piccoli piaceri, come passare una domenica sul divano davanti al fuoco. La stagione invernale è fatta anche per stare sul divano in compagnia. C'è chi la chiama «Cuffing Season», ovvero quella voglia di stare in coppia da dicembre fino a marzo complici le giornate corte e le basse temperature. Secondo Once, l'app di incontri la cui filosofia prevede un solo match al giorno, i download nel mese di dicembre aumentano addirittura del 75% proprio perché l'attività di ricerca di un partner si fa molto più intensa. Sarà vero amore o solo bisogno di svernare restando abbracciati a qualcuno?