Festa clandestina dei centri sociali De Corato: «Il questore la blocchi»

Il centro sociale «Cantiere» di Milano, che ha la sua sede nell’edificio «occupato abusivamente» del Derby (che è stato uno dei cabaret più celebri di Milano) ha organizzato da ieri sera a questa notte una festa di strada senza autorizzazione. Per questo il vicesindaco Riccardo De Corato ha chiesto ufficialmente al questore Paolo Scarpis di bloccarla. «Ho chiesto di ripristinare la viabilità - ha spiegato ieri De Corato - visto che l’11 maggio abbiamo negato l’autorizzazione»: l’unica concessione che ha ottenuto il via libera è infatti quella che riguarda tre banchetti dei Verdi in via Monte Bianco, via Silva e via Masaccio. Le tre strade dove anche ieri pomeriggio stavano montando tutti i gazebo e le tende per lo «Street festival Rebel 5». «Più che una festa di via - ha commentato - è una festa del rumore con musica e urla che arrecano disturbo a tutti gli abitanti della zona. Per questo ho informato la Questura». La manifestazione prevede concerti, una «taverna sociale clandestina», cinema, discoteca all’aperto e aree sport.