Festa a Cosmi, poi Guidolin. O De Biasi

Giovanni Porcella

Nessun comunicato ufficiale. Ma la notizia c’è: ieri mattina a Milano Francesco Guidolin ha firmato con Stefano Capozucca, direttore generale del Genoa, il contratto biennale che lo porta sulla panchina rossoblù per i prossimi due anni. Anche se, secondo l’agenzia Ansa, Preziosi penserebbe ora al tecnico esonerato dal Brescia Gianni De Biasi.
Il Genoa ha trovato la soluzione per interrompere il rapporto con Serse Cosmi, ma il comunicato ufficiale ancora non c’è. E non ci sarà almeno fino a sabato, perché Cosmi potrebbe partecipare alla festa promozione organizzata dalla società e prevista per domani sera in piazza Della Vittoria. Una questione di rispetto nei confronti del tecnico che ha portato la squadra in A. Lui d’altronde vuole esserci, lo ha fatto capire nuovamente durante la visita al carcere di Massa, sebbene sia di fatto un ex. E lì, in mezzo ai suoi colleghi Spalletti e Baldini prima dell’incontro con i carcerati della struttura, così come aveva promesso qualche mese fa in caso di serie A, ha anche concesso qualche dichiarazione sull’incontro di martedì sera a Cogliate. Un faccia a faccia con Preziosi che ha sancito la rottura del suo rapporto col Genoa che è durata solo una stagione, seppur esaltante: «È stato un incontro franco, tutto qui. No, non penso che col presidente ci dovremo rivedere. Ci siamo detti tutto. Ora non voglio aggiungere altro per rispetto della dirigenza e dell’ambiente».
Ma Cosmi regala anche un’altra battuta, dopo essere uscito dalla struttura penitenziaria massese: «Ho incontrato più gente normale qui dentro che fuori». Al Genoa legavano questo allenatore, oltre che l’affetto per la gente, anche delle questioni di ingaggio le cui soluzioni non sono ancora state trovate tra le parti. Ed è per questo che quello di Cosmi è stato un lungo addio (Cosmi sarà anche premiato dal settimanale sportivo free press «Noi Genoani» oggi alle 18 presso il Bbq di Corso Italia). Il presidente Preziosi, intanto, delega suo figlio Matteo, Stefano Capozzucca o l’amministratore delegato Davide Scapini a presenziare alle varie premiazioni forse per evitare dichiarazioni su Cosmi, o ancora più probabilmente per preparare la presentazione del nuovo tecnico.
Sul nome del portiere la prima scelta è Abbiati, ma c’è da vincere la concorrenza con il Palermo di Zamparini che è sicuro di portare il milanista in rosanero. In alternativa Preziosi punterebbe sul Pelizzoli della Roma o su Matteo Sereni della Lazio. Ma la vera novità è il «riacquisto» di Diego Milito: Capozucca ieri ha ammesso che il Genoa ha rifiutato i 12 milioni di euro offerti dal NewCastle per la punta inseguita anche da altri club di primo piano.