Festa dell’Unità: Prodi snobba i compagni

Romano Prodi dà forfait. Il presidente del Consiglio snobba la Festa dell’Unità edizione 2006. Anche Massimo D’Alema è assente alla kermesse rossa. Apparizioni mancate che i diessini milanesi tentano di giustificare offrendo comunque una certezza: la partecipazione di Letizia Moratti a un dibattito sul futuro della «Grande Milano». E il sindaco diventa così la star della Festa dell’Unità: «Letizia Moratti ha coraggio» ammette il segretario provinciale della Quercia Franco Mirabelli, «ha accettato il nostro invito e di questo la ringraziamo perché sa che non le risparmieremo le nostre critiche alle scelte della sua amministrazione».
Ma l’appuntamento con Letizia Moratti messo in agenda il 5 settembre (spazio coop, ore 18) non sarà l’unica occasione per affrontare il tema della pollution charge, del ticket d’ingresso in città: infatti, a sinistra scatta il rosso pur sostenendo di non «essere pregiudizialmente contro». Come dire: «Il sindaco deve confrontarsi con gli altri Comuni». E mentre la Margherita fa sapere di «non aver ancora capito a cosa serve», il sindaco di Sesto San Giovanni vieta ai camion il transito in città. Risultato? Camionisti obbligati a pagare la tangenziale.