La festa? Dura tutto l'anno: e a Festivity si scopre perché

Al Macef il Salone degli addobbi natalizi, delle decorazioni per le feste, del gioco, del giocattolo e del carnevale. Party e matrimoni aiutano il settore in tempi di crisi. Arriva "saccottino", il costumi per i baby e fra le novità gli ovetti stile Faberger dedicati alle feste e l’albero di Natale che si autoinneva. Giocattoli e giochi da tavolo

Fatine, toreri, Pulcinella, Arlecchino e le maschere tradizionali non hanno più intenzione di starsene chiusi nell'armadio in attesa del Carnevale. E' quanto emerge a Festivity, il salone del comparto degli addobbi natalizi e delle decorazioni per le feste che fa parte di Macef, il Salone internazionale della casa in scena fino a domenica 27 gennaio a Fiera Milano (Rho). Alla Piazza del Party, centro nevralgico dei prodotti del carnevale, di halloween e del pirotecnico, i commercianti del settore parlano all'unisono: il boom delle feste a tema e i party in maschera permettono al mondo degli addobbi di superare la crisi. E così il mondo del Carnevale vive tutto l'anno.

"Halloween e Carnevale sono ormai settori destagionalizzati - conferma Paolo Taverna, general manager di Assogiocattoli -. Questa nuova vitalità è un bene per il nostro settore che a causa della crisi ha perso notevolmente". Il mercato degli addobbi natalizi ha infatti registrato -20% di fatturato nel 2012 e il mondo del giocattolo -3%. "La moda del Natale 2012 è stata quella di riutilizzare gli addobbi che si avevano già - scherza Nadia Tortorici, dell'azienda Old&New di Verona -. Lo scorso anno in pochi hanno scelto di comprare nuove decorazioni per la casa. Per questo dobbiamo puntare su prodotti per le feste che si possano utilizzare tutto l'anno: come piatti, segnaposto e centrotavola da sfoggiare sia il 25 dicembre sia a Ferragosto". "In Italia cresce sempre più l'abitudine di festeggiare scegliendo un tema - ammette Ivana Ferrero, trend setter di Italian Mood -. Le aziende ora lavorano su cataloghi specializzati legati a una fiaba, piuttosto che a un personaggio. Non esiste più il merchandising vincolato a un solo momento dell'anno".

E così le maschere del Carnevale di Venezia, come i personaggi dei cartoni animati, diventano i protagonisti di molti matrimoni italiani. "Una volta era considerata una scelta stravagante - spiega Donatella Ongaro, dell'azienda toscana Balloon Express -. Oggi sposarsi scegliendo un tema è di gran moda". Ecco allora palloncini giganti per ricreare foreste incantante e castelli fatati per dei veri matrimoni da favola. Protagoniste del settore degli addobbi sono poi le luminarie: mandate in pensione le lucine a incandescenza tradizionali, ora nelle case degli italiani impazza l'illuminazione a led. "Il led è più economico, ecologico e duraturo - spiega Fabrizio Prandini, di GiocoPlast Natale -. Insegne luminose e grandi allestimenti colorati una volta erano solo appannaggio degli americani o, in Europa, degli svizzeri. Ora anche gli italiani vogliono ricreare l'atmosfera delle feste nelle loro abitazioni. Complice la situazione economica, però, si tende a comprare luminarie riutilizzabili tutto l'anno". Registrano, infatti, il tutto esaurito le Piogge di luci, tende da esterno, un must dei giardini invernali ed estivi.

A Festivity i visitatori possono così trovare un’ampia offerta dedicata al Natale, Carnevale, Halloween, Giocattolo, Party, Decorazione per feste, con la presenza delle principali aziende riunite nei due padiglioni 6 e 10 interamente dedicati al settore. In anticipo di due giorni rispetto a Christmasworld di Francoforte, Festivity è il primo grande appuntamento mondiale per scoprire in un’unica manifestazione il meglio delle tendenze italiane e internazionali. In particolare, la Piazza del Natale è un’area “magica” per ricreare il mondo natalizio con le produzioni più innovative; la Piazza del Party accoglie i prodotti del carnevale, halloween, pirotecnico oltre a tutti elementi che animano i momenti di festa; la Piazza del Giocattolo, un progetto curato da Assogiocattoli, riporta a Festivity il gioco in scatola, un prodotto adatto a tutte le età e ad ampie fasce di consumatori che trova nuovi sbocchi nell’integrazione di Festivity con Macef. All’interno dell’area del giocattolo è presente anche il Consorzio POLI.design del Politecnico di Milano, che presenta i progetti realizzati nell’ambito del corso di Alta formazione sul design del giocattolo e le soluzioni di “design per il trade”. Da segnalare anche la partecipazione dell’Agenzia delle Dogane, che ha così occasione di far conoscere ad aziende e visitatori le proprie attività nell’ambito della circolazione delle merci e degli scambi internazionali. Le piazze del Natale e del Party sono collocate nel padiglione 10, mentre quella del Giocattolo nel 6.

Ed ecco qualche novità fra le tante presentate. Si chiamano saccottini i costumi di Carnevale più teneri al mondo, dedicati ai bambini più piccoli che già a pochi mesi possono partecipare alle feste in maschera dei fratelli più grandi (e dei loro genitori) vestiti di tutto punto, come morbidi fiori, personaggi dei cartoni, o simpatici animaletti. E se il Natale resta la festa principale per varietà e spettacolarità delle decorazioni, fra un albero e un presepe spiccano piccole e sorprendenti novità. come le uova stile Faberger dedicate alle feste, e dalle quali può spuntare un Babbo Natale, o un piccolo villaggio innevato e il cui costo varia da 50 a 200 euro. Anche l’albero di Natale ecologico si rinnova e si "autoinneva": grazie a un delicato effetto, piccoli fiocchi di neve vengono rilasciati dalla sommità per ricadere in un ombrello rovesciato posto alla base. Un modo originale di rivivere la tradizione a un costo medio di 200 euro. Macef accoglie (sempre nell’area Festivity) anche la "fiera mondiale dei presepi" per promuovere, in misura superiore rispetto ad altre manifestazioni, l’opera dei produttori provenienti dalle diverse regioni dell’Italia con le loro peculiari tradizioni e lavorazioni.

Per saperne di più su Festivity 2013