Festa in musica per De André

Buon compleanno, Faber. Nel giorno in cui Fabrizio De André avrebbe compiuto 67 anni, i suoi amici della Premiata Forneria Marconi, insieme con tanti altri colleghi, organizzano una splendida festa. E così domenica 18, al Tendastrisce, Franz Di Cioccio, Franco Mussida e Patrick Djivas porteranno sul palco Max Gazzè, Luca Barbarossa, Vittorio Nocenzi del Banco, Cristina Donà, Dolcenera, le Balentes e la giovane Dunia, per cantare le canzoni che rendono De André patrimonio culturale dell’Italia. E per aiutare, con l’incasso del concerto, l’associazione «Roma/Maputo andata e ritorno». Risuoneranno i brani che Faber e la PFM portarono in scena nel 1979, dando poi vita a uno dei più celebri album live prodotti in Italia. «Quel disco - sottolinea il bassista Djivas - è come la macchina del caffè: è nelle case di quasi tutti gli italiani. Mai avrei immaginato che a distanza di 30 anni avremmo provato lo stesso piacere a suonare i pezzi di Fabrizio». «È una gioia dare vita a questa iniziativa - continua Di Cioccio - perché festeggiare De André è come averlo lì con noi. E soprattutto ci piace ricordarlo nel giorno del suo compleanno e non quando è scomparso».
Dori Ghezzi, moglie di De André e coordinatrice di tutte le iniziative a lui dedicate, ha voluto ricordare l’impatto che la PFM ha avuto sul poeta genovese: «Fino al 1979 Fabrizio aveva considerato la musica come un veicolo per portare le parole. Dopo l’incontro con la PFM è ripartito come un jet, con grande spinta e con nuova voglia, riscoprendosi come musicista e interprete. Da allora ha imparato a usare la voce in modo diverso». La PFM e gli ospiti eseguiranno quasi tutti i brani del doppio album inciso dal vivo con De André, inserendo in scaletta anche pezzi di «Anime Salve», ultimo disco registrato dal cantautore. «Suoneremo Princesa con Cristina Donà, che canterà anche La canzone di Marinella - spiega ancora Di Cioccio - mentre Dolcenera interpreterà la canzone che le ha dato il nome d’arte». Max Gazzè e Luca Barbarossa canteranno anche due brani del proprio repertorio, e il finale vedrà tutti gli artisti coinvolti in una versione corale de Il pescatore. Il concerto sarà preceduto dalla proiezione di foto scattate da Guido Harari, che nel 2001 ha realizzato una biografia per immagini di De André. L’ultima parola a Franz Di Cioccio: «Ringrazio Dori Ghezzi perché ha fatto una cosa meravigliosa: non si è tenuta Fabrizio per sé, ma l’ha restituito a tutti».
Tendastrisce, via Perlasca 69, domenica 18 ore 21. Info: 06/25209633.