Festa del Pdl tra riforme e Ruggeri in concerto

«Dichiaro aperta la prima Festa del Popolo della Libertà»: con queste parole il ministro della Difesa Ignazio La Russa ha tagliato, con Guido Podestà, Viviana Beccalossi e Laura Ravetto, il nastro della quattro giorni del Pdl a Milano, evento a cui parteciperanno i massimi esponenti di An e Fi. Domenica è atteso il premier Silvio Berlusconi, domani il presidente della Camera Gianfranco Fini. «Questa prima festa - spiega La Russa - rende evidente che il percorso di questo nuovo soggetto politico è molto avanti».
Buona la prima, oggi la seconda giornata al Lido (ingresso da piazzale Lotto) si apre alle 18 con il dibattito, introdotto da Ignazio La Russa e moderato da Bruno Vespa, sul tema «Riforme: chimera o realtà?». Ne discutono sul palco Italo Bocchino. Gianni Alemanno, Luciano Violante, Fabrizio Cicchitto, Gaetano Quagliarello ed Elio Vito. Dalle ore 21 è prevista la cena col ministro Renato Brunetta, a cui interverranno Alfredo Mantica, Alessandra Mussolini, Gabriele Albertini e Emilio. Ingresso libero a tutti per assistere al concerto di Enrico Ruggeri, dalle ore 21.30. Nell’agenda di domani in programma l’incontro sulla scuola con i ministri Mariastella Gelmini e Sandro Bondi e alle 16 l’incontro-intervista con Fini. Domenica, oltre a Berlusconi interverranno i ministri Giulio Tremonti e Roberto Maroni. Il programma della festa al sito www.festadellaliberta.info.