Una festa per ricordare il lavoro di Petroselli

(...) che ormai riempiono la città: «Sui muri della periferia ci possono essere anche murales artistici che potrebbero essere promossi dal Comune, come accaduto in passato». La partita per il decoro si gioca, dunque, in tre mosse: «Approvare un nuovo regolamento in Consiglio comunale che metta insieme tutte le norme disperse in decine di regolamenti; coinvolgere le associazioni di strada nelle attività di vigilanza e di ripristino; raccogliere tutte le attività abusive all’interno di un’unica disciplina».
Intanto, in vista del ballottaggio, il clima politico si scalda sempre di più. Ieri al loft di via Pacinotti, c’è stato un vero e proprio via vai di appuntamenti e visite per il candidato sindaco. Tra queste, forse, la più gradita è stata quella della vedova di Luigi Petroselli, sindaco capitolino degli anni ottanta, eletto il 27 aprile del 1979 e prematuramente scomparso il 7 ottobre del 1981. Davvero una sorpresa, tanto che Rutelli, regalando alla signora un mazzo di fiori, annuncia: «Se sarò eletto il prossimo anno, in occasione del trentennale della sua elezione, organizzeremo un evento alla sua memoria e alla sua grande capacità di amministrare Roma». Parole segnano di soddisfazione il volto della signora Aurelia che guardando Rutelli gli fa sapere che «mi ricordi mio marito perchè stai facendo quello che ha fatto lui, ovvero ascoltare i cittadini e questo mi ha molto colpita». Rutelli incassa il complimento e replica con una promessa: «avverto la necessità di mettere in campo lo stesso spirito di attenzione al quotidiano di Petroselli». La signora Aurelia ringrazia e saluta lasciando poche righe ai cronisti e un «in bocca al lupo Francesco, spero che Luigi da lassù ti dia una mano».
In serata, sul confronto televisivo, invocato a gran voce da Gianni Alemanno, e su cui Rutelli inizialmente sembrava tentennare, il candidato del Pd annuncia la sua decisione: «Nel corso della prossima settimana sicuramente ci confronteremo in tv io e Gianni Alemanno, ma prima si deve definire la griglia di partenza che decideremo nelle prossime ore».