Festa di Zenga rovinata dalla moglie

da Belgrado

Vittoria in campionato con tanto di scudetto e nella coppa di Serbia e Montenegro: Walter Zenga, allenatore della Stella Rossa, a Belgrado ha vissuto ore di celebrità anche perché la sua squadra, per aggiudicarsi la coppa, in finale ha battuto 4-2 l’altra squadra della capitale serba.
Ma proprio mentre i tifosi lo osannavano, dispiaciuti che alcune voci lo dessero in partenza per Livorno (dove però il tecnico è Arrigoni) o addirittura per il Qatar, l’ex portierone dell’Inter e della nazionale si è visto rovinare addosso un nubifragio. Tutto è accaduto quando un tabloid di Bucarest ha pubblicato un diario a firma di Raluka Zenga, l’attuale moglie di Walter, nel quale la donna mette in cattivissima luce i serbi e Belgrado.
Immediate le reazioni e la richiesta di una smentita che è arrivata prontamente. Ma altrettanto prontamente da Bucarest è partita la controsmentita, il tabloid conferma l’autenticità delle dichiarazioni di Raluka.
E qui i giornali serbi, alcuni dei quali non vedevano di buon occhio i successi di Zenga, si sono scatenati chiedendo la testa del tecnico. «Mi hanno voluto rovinare la festa» ha detto Walter, accusando qualche suo detrattore in Romania di aver ispirato ad arte il falso.
La simpatia - e la gratitudine - che i sostenitori della Stella Rossa hanno nei confronti dell’allenatore italiano sono però tali che i tifosi chiedono la riconferma di Zenga, sperando che resti in panchina l’anno prossimo quando la Stella Rossa sarà chiamata a giocare in Champions League.