Feste e concerti per il 2 giugno

Francesca Nacini

Mentre Trenitalia registra il tutto esaurito per il ponte che inizia oggi, Genova e la Liguria si preparano a salutare con numerosissime iniziative il 60° anniversario della fondazione della Repubblica: esponenti del mondo accademico, della cultura, della scuola, del sindacato e rappresentanti delle Istituzioni Statali, degli Enti pubblici e privati e delle Forze dell’Ordine, si sono infatti uniti per festeggiare la ricorrenza del 2 giugno secondo gli auspici di piena collaborazione e di grande partecipazione civile manifestati dal Prefetto Giuseppe Romano. Si parte oggi alle 11.30 dal Palazzo della Borsa Valori con un brindisi offerto dalla Camera di Commercio di Genova, seguito alle 12 dall’aviolancio nelle acque del Porto Antico di sei paracadutisti della Brigata Folgore, e si prosegue nel pomeriggio con il concerto gratuito «Il ballo delle ingrate» offerto dal Conservatorio Niccolò Paganini nei Giardini di Palazzo Rosso. In serata al Porto Antico si terrà il concerto «Italia 1946-2006, 60 anni di Repubblica, 60 anni di vita italiana nella canzone d’autore» con gli artisti Eugenio Finardi e Mauro Pagani (ore 22) arricchito da uno spettacolo pirotecnico alle ore 24.
Da segnalare poi l’edizione 2006 di Vivicentrostorico che, in collaborazione con l’Esercito, vedrà competere in mattinata, tra i carruggi del capoluogo, i migliori atleti di gare di corsa di orientamento. Previste numerose aperture straordinarie dei musei: Lanterna e Museo relativo accoglieranno i visitatori dalle 10 alle 19; i Musei di Strada Nuova, il Museo di Villa Croce e il Museo di Storia Naturale «G.Doria» apriranno le porte gratuitamente ai residenti e la Galleria Nazionale di Palazzo Spinola, con l’esposizione «Garofani e Tulipani. Ceramiche e tessuti a Palazzo Spinola», rimarrà aperta fino alle 23.30. Le iniziative continueranno anche nei prossimi giorni per concludersi il 7 giugno con una giornata di studio a tema curata, presso la Facoltà di Scienze politiche, dal Dipartimento di Ricerche europee dell’Università di Genova. Nell’ambito delle manifestazioni del 2 giugno, infine, verranno consegnate dal prefetto Giuseppe Romano le onorificenze al merito della Repubblica. Fra gli insigniti di quest’anno, c’è anche l’imprenditore Marco Desiderato, nominato Commendatore.