Festeggia le nozze d’argento sul retro del bus

Del pazzo se lo dà da solo. Ma la sua pazzia d’amore l’hanno vista molti genovesi che ieri si sono girati incuriositi a guardare quell’autobus di linea che faceva su e giù tra Brignole e Manin con una dedica rosso fuoco stampata sul retro. Lui è Massimo e ieri mattina ha deciso di non fare gli auguri alla sua Carla con il «solito» bacino scontato appena sveglio. Anzi, chissà che non abbia persino finto di essersi scordato che giorno fosse. Così, tanto per vedere pochi minuti dopo la faccia di sua moglie passare dal buio tenebroso stile «questa te la faccio pagare» alla radiosa luminosità del «grazie di esistere». Sapeva infatti che lei, la sua Carla, avrebbe preso il solito bus del «49» con quegli auguri decisamente originali:«Carla, 25 anni fa ho commesso la più folle tra le follie: ti ho sposata... sono felice di essere un pazzo. Massimo».