Al festival dei giovani talenti baby-scienziati, designer di ecobijoux, prestigiatori

Al palazzo dei Congressi dell'Eur la manifestazione prosegue fino a domenica 21, con incontri, esposizioni, concerti, feste. Il Comitato scientifico ha scelto 200 giovani che racconteranno la loro esperienza e mostreranno le loro capacità

Dare voce al talento delle nuove generazioni, far emergere l'Italia migliore, offrire uno spazio per condividere idee e aspirazioni e per confrontarsi con il mondo accademico e del lavoro: «Tnt-Festival dei giovani talenti», vuole fare tutto questo e molto altro ancora.
La manifestazione iniziata a Roma, al Palazzo dei Congressi dell'Eur, è promossa dal ministero della Gioventù e realizzata dall'Agenzia nazionale per i giovani (Ang).
Fino al 21 novembre i protagonisti saranno i ragazzi, rappresentati da un campione di 200 giovani fra i 15 e i 35 anni, che sono stati selezionati da un comitato scientifico.
Sono i testimoni di esperienze vissute in ogni settore della vita civile, economica, sociale: dalla ricerca al volontariato, dall'arte all' economia e finanza, dall'enogastronomia all'ambiente, dalle relazioni internazionali all'innovazione tecnologica.
C'è il giovane scienziato e l'atleta semiprofessionista, il prestigiatore, il ricercatore universitario, lo scultore,l'agronomo in erba. Anche una giovanissima studentessa romana che ha già creato il marchio di bijoux di re-use BY LUDO.
Si chiama Ludovica Cirillo , ha 17 anni e ha portato al Festival i suoi ecobijoux, realizzati con l'impiego di oggetti tecnologici in disuso: tasti recuperati di pc, cavi elettrici, auricolari, lenti di occhiali.
Un gioco che contiene un'importante messaggio di salvaguardia dell'ambiente, tema sempre più attuale.
Ludovica, come gli altri «talenti» selezionati, ha uno spazio personalizzato e parteciperà ad incontri con il pubblico al Talent Corner il 21 novembre e durante il One 2 One, un momento dedicato al dialogo con i visitatori di generazioni diverse.
Insieme ai giovani, Tnt ospita infatti aziende, enti, istituzioni, università o singoli chiedendo loro di investire nell'emersione del talento italiano e di impedire la fuga delle nostre risorse all'estero.
In questi cinque giorni i ragazzi si faranno conoscere, anche per dare a tanti altri la fiducia nella possibilità di mettere a frutto il proprio talento, in qualsiasi campo sia.
«Non si tratta di 200 eccellenze ma di storie di ordinario talento - ha spiegato il ministro Giorgia Meloni -, per dimostrare che la gioventù italiana non è solo quella di Avetrana come sembrerebbe leggendo i giornali o guardando la tv». Per il ministro «ciascuno di noi è portatore di talenti, il punto è che la società deve offrirti la possibilità di scoprire qual è il tuo».
Al comitato del Festival sono arrivate 10 mila storie, attraverso autocandidature o lavoro sul territorio dell'Agenzia, ne sono state selezionate 400 e tra queste gli esperti hanno scelto i 200 talenti più significativi.
Si tratta di una formula del tutto innovativa, che coinvolge personalità del mondo della cultura, dell'arte, dell'impresa e dello sport, uomini e donne che, in questa occasione, mettono a disposizione delle nuove generazioni il loro personale talento.
Molte le occasioni di incontro e di approfondimento proposte dal Festival.
Tra queste «Lesson in a bottle», incontri con persone straordinarie per ispirare il talento che è in ognuno di noi.
E poi, l«Officina delle idee», con ospiti, talenti e testimonial che si confrontano su temi di grande attualità.
«Lavori eccezionali» è, invece, una guida unica per lavori senza nome, spericolati, altamente sconsigliati e dedicati alle vite degli altri.
Gli amanti della musica e i neocompositori non potranno perdersi «Mtv tnt», che propone live music, racconti di storie artistiche, consigli per comporre la musica e dj set.
«Caffèscienza», poi, cerca di risvegliare idee, mentre con «Straordinaria amministrazione» ogni giorno si fa tanta formazione per scoprire e potenziare il proprio talento.
Alla manifestazione partecipano oltre 20 istituti , tra università e scuole di formazione e una selezione di più di 30 aziende, tutte al momento impegnate in attività di recruiting.
Il Festival si chiuderà la sera del 21 novembre, con un grande evento gratuito aperto a tutti che porterà sul palco del Palalottomatica più di 100 artisti.
Il tutto con la partecipazione straordinaria, tra gli altri, dei Subsonica e dei Marlene Kuntz, di Pierfrancesco Favino e Riccardo Sinigallia, del Nuovo Coro Lirico Sinfonico Romano e dell'Orchestra Roma Sinfonietta diretta dal maestro islandese Borgar Magnason.
A porte chiuse, il portale www.festivaltnt.it rimarrà attivo, come un vero e proprio social network, per dare la possibilità a tutti i giovani di talento di registrare il proprio profilo, pubblicare i propri lavori, il curriculum, la propria storia.