Festival dell'ambiente arriva l’aperitivo che abbatte gli sprechi

Le ricette del Banco alimentare hanno un segreto risparmioso: gli
ingredienti stavano per essere buttati via perché ammaccati. Con questo
rito goloso nella galleria
della stazione scatterà
la 5 giorni dell’ambiente

La povertà si combatte con un happy hour. Si chiama Happy Fooday ed è il primo aperitivo anti-spreco previsto per questo pomeriggio alle 17.30 nella galleria della Stazione Centrale. A lanciarlo il Banco alimentare, la Onlus che ogni novembre organizza la Colletta nei supermercati di tutta la Lombardia. Due iniziative con un denominatore comune: darsi da fare perché le scorte alimentari in eccesso non diventino rifiuti, ma restino cibo per chi non può acquistarlo. Durante Happy Fooday saranno serviti spuntini preparati con pane, frutta e verdura salvati dallo sperpero utilizzando le ricette dello chef Vito Nolè. Con antipasti semplici ma prelibati, che ripercorrono la tradizione culinaria italiana che ha sempre considerato il cibo un bene prezioso, al pari dell'aria e dell'acqua, da non gettare via inutilmente. Tra le ricette rivelate in anteprima dagli organizzatori, la composta di cipolla, una originale marmellata agrodolce che utilizza cipolle leggermente appassite guarnendole con miele d'acacia e aceto di mele.
Il trucco in questo caso, come suggerisce Nolé, è utilizzare cipolle vecchiotte, lasciandole appassire nel vino bianco. «La composta avrà raggiunto la cottura ideale quando avrà la consistenza di una marmellata, cioè quando, mettendola su un piattino e inclinandolo, non scivolerà ma tenderà a restare attaccata alla superficie. Lasciatela raffreddare e servitela su crostini di pane croccante». Tra le ricette che si potranno gustare a Happy Fooday, che quest'anno coincide con la giornata inaugurale del Festival dell'ambiente, ci sarà anche il Gazpacho, una zuppa fredda tipica dell'Andalusia in grado di unire in un piatto unico le verdure più diverse, ma ancora buone, salvandole così dal finire nei rifiuti. Il piatto accosta infatti cetrioli, pomodori, aglio, peperone rosso e cipolle. Anche in questo caso, come rivela sempre Nolé, il trucco per preparare un buon piatto, perfettamente in linea con lo spirito dell'aperitivo anti-spreco, «consiste nell'utilizzare della verdura già piuttosto matura, frullandola e poi servendola nei bicchierini con delle gocce di pesto».
E tra le ricette di Happy Fooday, che a partire da stasera saranno consultabili sul sito bancoalimentare.it, ci saranno anche la bavarese di mele con crema all'arancia, dolce simile al budino a base di crema e panna montata, bruschette con caponatura di verde e spiedini di zucchine con pomodoro confit. Come sottolineano gli organizzatori, l'iniziativa «nasce dal desiderio di incontrare molte persone e suggerire che non sprecare il cibo è facile, con ricette realizzabili da chiunque, valorizzando ciò che abbiamo fino all'ultima briciola». Lo stesso metodo adottato dal Banco alimentare, che nel 2009 in Lombardia ha raccolto 11.700 tonnellate di cibo, con una media di 53 al giorno e un incremento del 28% rispetto al 2008. E anche gli assistiti dal Banco alimentare in Lombardia sono aumentati, con un +12% rispetto al 2008, per un totale di 1.177 enti che a loro volta seguono oltre 132mila persone indigenti.