Festival delle lettere, il concorso fa spettacolo

Oltre 2mila persone da tutta Italia hanno partecipato alla VI edizione del festival delle Lettere, ideata dall’Associazione culturale 365 Gradi di Cernusco sul Naviglio. E quando diciamo scrivere intendiamo proprio prendere carta e penna e provare quel fisico dolore alla mano e al polso che, smanettando sul computer, ci siamo quasi dimenticati. L’edizione 2008 del festival (tema: «Scrivi a un bugiardo») si conclude domenica, dalle 18, al teatro Dal Verme con la premiazione dei vincitori durante un evento che vedrà sul palco Omar Fantini di Colorado Cafè, Dario Vergassola nell’interpretazione di una lettera comica e Alessandro Bergonzoni come protagonista di un «Epistodiario», una lettera diario stampata su una «Moleskine» che verrà battuta all’asta a scopo benefico. Non solo: quattro lettere scritte da bambini di otto anni sono diventati un cartoon che sarà proiettato in sala; nel foyer ci sarà la mostra «Buste dipinte» che ha coinvolto artisti contemporanei come il milanese Giovanni Frangi. La giuria vanta nomi di prestigio come le editrici Rosellina Archinto e Roberta Einaudi. Con quattro edizioni alle spalle, sono ormai 6.500 le missive raccolte dall’associazione milanese, segno che la voglia di scrivere a mano non è scomparsa. Milano è la città più «letterata», insieme a Bergamo e Mantova, ma sono giunte anche lettere da carcerati e da immigrati. Fuori concorso una missiva vergata a mano dal sindaco Letizia Moratti: è una lettera aperta indirizzata alla «sua» Milano, e sarà letta sul palco del Dal Verme.