Festival della scienza, pretesto anti-Papa

Andrea Macco

Poca matematica ma, in compenso, tanti attacchi alla Chiesa cattolica e, in particolare, a Papa Benedetto XVI e ai cardinali Bertone e Bagnasco. È così che mercoledì sera al Teatro della Tosse è andata in scena la prima assoluta dello spettacolo «Matematico e impertinente», regia e video di Fabio Massimo Iaquone, testi di Piergiorgio Odifreddi, musiche originali di Valentino Corvino e C-Project. In scena lo stesso Piergiorgio Odifreddi, matematico e divulgatore, ateo militante, affiancato dall’attrice Selena Khoo e dal gruppo musicale C-Project. Il protagonista, cui evidentemente l’attrazione del palcoscenico non è inferiore a quella della sua cattedra di logica all’Università di Torino, con fare accattivante e un'ironia viva ha catturato l'attenzione del numeroso pubblico, dando vita ad una conferenza teatrale in cui si alternavano disquisizioni matematiche, logiche e filosofiche a brani musicali, danze sensuali ed immagini suggestive per mostrare la bellezza della matematica. Certamente un bel binomio e gli applausi non sono mancati.
Tuttavia sono stati numerosi coloro che a fine spettacolo non applaudivano e scuotevano la testa. Per due motivi. Primo, chi era venuto per ascoltare matematica ha spesso trovato delle riflessioni valide, ma non sufficientemente approfondite. Un esempio: Odifreddi parla della successione dei numeri naturali fino all'idea di infinito e di «ordine di infinito» ma poi (...)