Fi, Podestà è coordinatore regionale

Berlusconi ha sciolto con un giorno d'anticipo il nodo del successore della Gelmini, divantata ministro. Sconfitto il formigoniano Abelli

È Guido Podestà il nuovo coordinatore regionale di Forza Italia. Il presidente Silvio Berlusconi ha sciolto con un giorno d’anticipo il nodo del successore di Maria Stella Gelmini, neoministro all’Istruzione (a cui ha rivolto «apprezzamento per l’impegno svolto in questi anni»). La scelta era attesa per oggi, ma già ieri il premier ha nominato Podestà alla guida del partito in Lombardia, d’intesa con il coordinatore nazionale Denis Verdini. L’europarlamentare vince la sfida con Giancarlo Abelli, l’assessore alla Famiglia in Regione «sponsorizzato» dal governatore Roberto Formigoni e dall’ala ciellina di Fi, sia al Pirellone che a Palazzo Marino. Ma sulla scelta sembra aver pesato di più la contrarietà del sindaco Letizia Moratti, e arriva anche come «risarcimento» a Podestà dopo il mancato posto da sottosegretario. «Non nascondo che ci avrei tenuto e questa scelta mi spinge un po’ più verso la Regione - ammette Abelli, che quasi certamente rinuncerà alla poltrona in Parlamento. Rivolge «i migliori auguri di buon lavoro a Podestà, persona degna, capace di svolgere questo lavoro». Ora bisognerà vedere se resterà in piedi anche la candidatura alla presidenza della Provincia per il 2009. «In questo momento direi di sì» afferma il neocoordinatore, che ringrazia Abelli e si dice «certo che riusciremo a lavorare bene insieme nell’interesse del partito. Oggi Milano e la Lombardia, Moratti e Formigoni, devono poter contare sull’aiuto di tutti, anche per cogliere al meglio l’opportunità dell’Expo».