Fi spinge la Moratti: si decida a candidarsi

«Milano ha bisogno di un sindaco politico». E ancora: «Letizia Moratti decida presto se e come vuole candidarsi». La corsa a Palazzo Marino è tra i temi caldi del convegno su «Socialisti riformisti a confronto», organizzato dalla coordinatrice regionale di Forza Italia, Mariastella Gelmini. Il pressing sul ministro dell’Istruzione arriva da più parti e a spingere ad alta voce sono soprattutto Francesco Colucci, Giampiero Borghini e Tiziana Maiolo. Il nome della Moratti ricorre anche all’hotel Michelangelo, al congresso provinciale dell’Udc guidato dal commissario Bruno Tabacci. «Letizia Moratti è il miglior ministro del governo Berlusconi, ma è una cosa diversa dal guidare una campagna elettorale» dice Tabacci, che attacca anche le scelte romanocentriche: «Non si possono trasporre qui gli scontri politici tra i due schieramenti. Serve un candidato che vada oltre».
Anche il nome di Tiziana Maiolo fa capolino come possibile candidato. «Molte persone pensano alla Maiolo. Sarebbe bene sollecitare una risposta di Letizia Moratti», dice Francesco Colucci. Non piace l’idea di una lista civica legata alla Moratti.