Fia-Tv, la misura è colma Montezemolo batta i pugni

V ergogna! Non solo abbiamo commissari tecnici "sporchi", che da due anni non controllano le ali flessibili, per buttarsi come falchi sulla Ferrari alla prima nota. Adesso abbiano anche commissari sportivi ignoranti e faziosi, che non applicano il Codice e che penalizzano chi è stato vittima di un siluramento predeterminato, l'ennesimo del 2011. E si continua con pneumatici che andrebbero sorteggiati, come in passato. No, a una F1 così nauseante, bisogna dire basta! È ora di ribellarsi; è tempo che il latitante presidente della Ferrari vada a Parigi a picchiare i pugni sul tavolo. È venuto il momento in cui tutti gli sportivi mandino una cartolina al presidente dell'Auto-Club italiano, con scritto: «Fia-Tv delenda est!».
Sul primo punto, se ho la foto di un'ala che, in ambiente CAD, ha 40 millimetri di flessione, l'avrà anche la Fia-Tv, che dovrebbe raddoppiare i termini dell'Articolo 3.17.1. Sul secondo punto, non c'è altro da aggiungere al diritto d'impostazione della curva da parte di chi sta davanti, se non il ricorso al Tribunale d'Appello. E, vista l'intenzione della Fia-Tv di modificare la regola, si aprano bene gli occhi. Ai piloti iper-aggressivi, che perseguitano lo stesso avversario, bisogna togliere la licenza, perché troppo pericolosi: anche i criminali sono iper-aggressivi e uccidono. Sui favoritismi di pneumatici, parlano le percentuali degli "stint", pur avvalorando il mio indice-Vettel, in cui Button è secondo. È la stessa legge del "camber": esagera solo chi si ritrova la gomma che lo permette. Infine, chiedo l'intervento del Ministero della Pubblica Istruzione, contro il disservizio pubblico della Rai-Tv, che dichiara: 4 "g" di forza laterale! I ragazzi "bevono" e poi a scuola si prendono un due, perché "g" è un'accelerazione e non una forza!