Una fiaccolata per gli imprenditori suicidi per la crisi

Partirà domani sera da piazza san Gioachimo la fiaccolata per ricordare «gli oltre 2500 piccoli imprenditori che si sono tolti la vita dal 2008 ad oggi» a causa della crisi economica. L’iniziativa in programma alle 20.30, è stata annunciata dal Comitato piccoli imprenditori invisibili (Co.p.i.i.) ed è organizzata anche a Firenze e Torino. Il Comitato è presieduto da Giuseppina Virgili, imprenditrice tessile empolese che nel 2010 mise provocatoriamente in vendita tutti gli organi, cuore compreso, per segnalare la situazione di crisi della sua piccola azienda, soffocata dalla mancanza di liquidità e di credito. Sul sito web del Comitato gli organizzatori dell’iniziativa del 9 marzo informano che durante le fiaccolate «chi lo desidera può esporre un cartello con il nome di un imprenditore suicida».