Fiaccole in Buenos Aires per dire «no» ai violenti

L'Unione del Commercio di Milano ha deciso di organizzare, probabilmente nella sera di giovedì della prossima settimana, una fiaccolata lungo corso Buenos Aires per dire no alla violenza che tra l’altro ha coinvolto anche molti negozi della via. Lo ha annunciato Carlo Sangalli, presidente nazionale di Confcommercio, che condanna in maniera «dura e senza appello» l'accaduto. «La gravissima e gratuita violenza che si è scatenata in corso Buenos Aires non ha giustificazioni - ha affermato il presidente -. Siamo di fronte a fatti di vero e proprio vandalismo organizzato che non possono trovare né spiegazioni sociologiche né tanto meno motivazioni politiche. I responsabili vanno individuati ed isolati».
«Sono gravi i danni che gli operatori commerciali hanno subito - ha aggiunto Sangalli - e non è purtroppo la prima volta che il quotidiano lavoro di tanta gente onesta viene distrutto, ma ciò che in quest'occasione ci preme soprattutto sottolineare è come tutti dobbiamo respingere questo clima inaccettabile che mina la convivenza civile, che oggi ha sconvolto il cuore commerciale di Milano»