Fiamme gialle, operazione sul litorale: sequestrati 1.300 chili di botti illegali

Circa 1300 chili di «botti» di Capodanno illegali, alcuni dei quali definiti «micidiali», sono stati sequestrati dalla Guardia di finanza in un garage e in un altro locale di Ostia. Il sequestro ha riguardato un totale di circa 50mila pezzi pronti per essere venduti sul mercato romano. Il quantitativo maggiore, circa 800 chili, era nascosto con cura nel garage di una donna italiana di 52 anni (M.A.), denunciata. Altri 500 chili di botti sono sono stati rinvenuti dal Nucleo operativo del gruppo della Guardia di finanza di Ostia in un altro «deposito segreto» vicino alla casa della signora. L’«arsenale» conteneva botti conosciuti come bombe «Maradona», «Bin Laden», «Lecciso», «Luce splendente», «Missili Bagdad» e micidiali Cipolle e Track.