Fiat (+4,4%) dà lo sprint a Milano

Perde la Roma: non ci sono interessamenti

Giornata ok per tutte le Borse europee, che hanno beneficiato del progressivo miglioramento degli indici di Wall Street, oltre che della salute del settore del credito e delle assicurazioni: l’indice Dj Stoxx 600, che registra l’andamento dei maggiori titoli quotati sui listini europei, è cresciuto dell’1,45%, con Madrid (+2,13%) particolarmente forte. Bene quasi tutti i titoli bancari (con Alliance & Leicester in aumento dell’8,11% e SocGen in recupero del 4,63%) e il comparto assicurativo, che ha visto la crescita del 3,44% di Ing. In crescita anche l’auto, con Michelin in aumento del 5,49% e Fiat del 4,42%. In leggera controtendenza il solo comparto delle utilities (-0,14% il Dj Stoxx), dove il calo dell’italiana A2A (-2,31%) è stato il più significativo tra quelli a maggiore capitalizzazione. Buono, in particolare, il recupero della Borsa di Madrid, sostenuta dal ritorno di titoli immobiliari: +8,62% per Grupo Ferrovial e +5,15% per Vallehermoso. Più in particolare, Milano ha archiviato la giornata in positivo (+1,2%), grazie anche al recupero di Fiat (+4,42% a 14,54 euro) dopo la soluzione dei problemi legati al motore 1.3 Multijet. Tra i bancari forte Banco Popolare (+5,56%), insieme a Bpm (+3,64%), Intesa Sanpaolo (+2,68%), Mps (+2,37%) e Unicredit (+2,30%). Boom del 6,69% per Telecom Italia Media sull’ipotesi, smentita dalla società, di un delisting o di una vendita del gruppo che controlla, tra l’altro, La 7. In controtendenza Alitalia (-0,72%). Positivo il riscontro all’attesa del cda di Tiscali (+5%). Negativa, infine, As Roma (-0,86%) in seguito alla smentita ufficiale, sollecitata dalla Consob, a proposito dell’ipotesi di un interessamento per la società di calcio giallorossa.