Fiat accelera, realizzi su Seat

In recupero l’editoria Bene Saipem

Prima seduta di settimana in leggero rialzo per Piazza Affari, che per una volta fa meglio di gran parte degli altri listini europei: l’indice Mibtel ieri, tra scambi rarefatti, ha chiuso in rialzo dello 0,43% a 22.199 punti. Chiusura in calo invece per Londra (-0,08%), Parigi (-0,11%) Francoforte (-0,20%) e Madrid (0,10%), mentre Amsterdam vede un lieve rialzo (+0,16%). A pesare sull’Europa oltre alla crisi del credito al clima negativo per la produzione industriale, la ripresa del petrolio e la discesa di Wall Street.
A Piazza Affari tra le blue chip forti acquisti su Pirelli e C., «senza motivazioni apparenti», riferisce un trader. Il titolo è salito del 4,44% In evidenza anche Atlantia (+2,93%) e Fiat (+1,37% ). Rialzi sensibili anche per Saipem (+3,05%), Italcementi (+2,98%) e Impregilo (+2,28%). Spiccano poi gli acquisti sul gruppo editoriale L’Espresso, (+3,14%) e nel settore dei media bene anche Rcs (+2,10%). Buono l’andamento dei titoli legati alla forza del dollaro come Luxottica (+1,16%) e Bulgari (+ 2,19%). Nel comparto bancario, stabile a livello europeo, bene Bpm (+2,02%) e Mediobanca (+1,17%), mentre hanno lievemente ceduto sia Intesa SanPaolo (-0,45%) sia Unicredit (-0,40%). Praticamente invariata Generali (+0,17%). Forti realizzi invece per Seat Pagine gialle, che nella settimana precedente era salita del 40%: ieri ha perso il 12,97%. Nel settore telecomunicazioni, Telecom Italia è cresciuta dello 0,26% mentre Fastweb ha perso l’1,61%. Seduta movimentata infine per l’A.S. Roma dopo la morte del presidente Sensi: il titolo è rimasto sospeso tutto il giorno per eccesso di rialzo fino all’asta finale, dove è cresciuto del 18,32%.