Fiat celebra i suoi gioielli: 1 milione di Grande Punto e 2 milioni di Ducato

Il milionesimo esemplare della vettura compatta, prodotta a Melfi, destinato al mercato britannico. In 25 anni il furgone è diventato il riferimento per lavoratori autonomi, artigiani e commercianti. Le versioni Natural Power

Due importanti anniversari per Fiat Group Automobiles, entrambi riguardanti modelli fondamentali per la redditvità del gruppo. Si tratta di Fiat Grande Punto (1 milione di unità prodotte) e Ducato (2 milioni di unità furgoni sfornati). Per Grande Punto, il modello che ha dato il via al rilancio del Lingotto sotto la guida Sergio Marchionne, quindi il milionesimo esemplare è uscito oggi dalla stabilimentodi Melfi. Lanciato in pompa magna nel 2005, il modello chiave della gamma Fiat è l'erede di autentici due best seller: la prima Punto, tra il 1993 e il 1999, è stata prodotta in circa 3,5 milioni di vetture, mentre la seconda serie, nata nel '99 e ancora disponibile con il nome di Punto Classic, ha superato quota 3 milioni.

Destinata al mercato inglese, la milionesima Grande Punto è una versione Sport di colore Rosso Passionale ed equipaggiata con il motore 1.4 da 120 cavalli turbo benzina. Da sempre protagonista in tutti i mercati internazionali, la Grande Punto Model Year 2008 si è recentemente rinnovata nell’estetica e nell’adozione di contenuti importanti, con una particolare attenzione rivolta al pubblico più giovane. La linea sportiva (Sport e Racing) raccoglie il 25% delle vendite totali, mentre il 14% di questi clienti scelgono di personalizzare la propria vettura con sticker originali.

Non ultimo, oggi il 30% dei clienti della Grande Punto richiede il Blue&Me, il sistema che ha rivoluzionato i paradigmi di comunicazione, informazione e intrattenimento personale in auto. Infine, da qualche settimana è commercializzata la Grande Punto a doppia alimentazione (benzina/metano) che amplia la gamma Natural Power, attualmente composta dai modelli Panda, Multipla, Doblò e Punto Classic. Da sottolineare che il 24% delle vendite totali della Grande Punto è rappresentato proprio dalla nuova versione a metano. Del resto, la Grande Punto Natural Power è la risposta ideale di quanti desiderano un’automobile capace di rispettare l’ambiente e, al tempo stesso, di assicurare un notevole vantaggio economico grazie al contenimento dei consumi.

Ma in questi giorni viene celebrato anche il veicolo commerciale Ducato, prodotto da Fiat Professional che, dal lancio della prima versione nel 1981 a oggi, ha raggiunto i due milioni di esemplari prodotti. Il Ducato è da oltre 25 anni un veicolo molto apprezzato: piace ai lavoratori autonomi come artigiani, commercianti, agricoltori. Piace anche alle grandi aziende e ai clienti speciali come enti locali, forze dell’ordine, pubbliche amministrazioni, aziende sanitarie. È molto apprezzato dai carrozzieri-trasformatori specializzati nel tempo libero (camper, autocaravan, motorhome), in quello dei trasporti speciali di persone (minibus, scuolabus, ambulanze, veicoli per disabili) e di merci (cassonati, coibentati, blindati per trasporto valori, negozi mobili).

Ed è proprio nella grande versatilità dimostrata in oltre 25 anni che si possono trovare le ragioni del successo di questo veicolo. Al recente Salone di Hannover è stata presentata la versione Ducato Natural Power, dalla doppia alimentazione a metano e a benzina, disponibile a partire da aprile 2009. Fiat Group Automobiles ritiene che la propulsione a metano sia oggi la scelta tecnologica più appropriata per risolvere i problemi di inquinamento nelle aree urbane. Ciò perchè l’uso del metano ha una valenza positiva sul piano dei benefici ambientali, con una riduzione di circa il 23 per cento delle emissioni di CO2 e praticamente annullando le emissioni del particolato. Inoltre, il metano costa meno di gasolio e benzina e consente al Ducato di circolare in tutte le aree urbane soggette a limitazioni di traffico. Con le versioni Natural Power di Ducato, Fiat Professional punta a rafforzare la propria leadership nel settore: nel 2007 il brand ha fatto registrare il 47% delle immatricolazioni di veicoli commerciali a metano in Europa, il 66,8 per cento in Italia.