Fiat, consiglieri indipendenti in maggioranza

da Milano

Non si ferma il recupero del titolo Fiat: ieri si è mantenuto sopra la soglia psicologica di 10 euro (a quota 10,008 euro), guadagnando uno 0,43%. Consistenti gli scambi che sono stati pari a 14,9 milioni di pezzi, circa l'1,3% del capitale. Dal punto di vista aziendale le novità di ieri riguardano la riunione del consiglio di amministrazione che ha preso alcune decisioni relative a governance e consiglieri indipendenti. Il board proporrà all'assemblea di determinare in 15 il numero dei componenti il cda. La maggioranza dovrà avere le caratteristiche di indipendenza. Il Consiglio, seguendo e raccomandazioni «del Comitato nomine e compensi dell’azienda presieduto da John Elkann - si legge in un comunicato - ha deliberato di confermare il principio della maggioranza di amministratori indipendenti, adottato nel maggio 2005, ritenendolo elemento essenziale per garantire una elevata protezione degli interessi di tutti gli azionisti, compresi quelli di minoranza». Il cda ha anche confermato i requisiti di indipendenza degli amministratori, più rigorosi di quelli recentemente adottati dal nuovo Codice di Autodisciplina delle società quotate. Intanto l’ad del gruppo Sergio Marchionne dall'inizio della prossima settimana sarà in Cina. Come anticipato dal Giornale tra le motivazioni del viaggio ci sono i progetti legati a un potenziamento delle attività di Iveco nella regione asiatica.