Fiat, i piani produttivi di Marchionne

A Cassino i modelli «C». Mirafiori candidato per l’Alfa Romeo Junior

Pierluigi Bonora

da Milano

Spuntano le prime indiscrezioni sugli aggiornamenti che l’amministratore delegato della Fiat, Sergio Marchionne, sta apportando al piano industriale del gruppo. Rientrato martedì dalla Cina, dove ha presenziato alla firma degli accordi delle joint venture tra Iveco e i partner asiatici Saic Motor Corporation, Nanjing Automotive Corporation e Chongqing Heavy Vehicle Group, le scadenze immediate di Marchionne riguardano il riacquisto della quota Ferrari in mano a Mediobanca (operazione da chiudere entro il 30); la serie di incontri legati al Salone dell’auto di Parigi (la prossima settimana) insieme a una possibile puntata alla rassegna dei camion di Hannover; il vertice con la comunità finanziaria previsto nella prima quindicina di novembre a Torino o a Balocco (Novara), nel corso del quale il top manager delineerà obiettivi e strategie per gli anni 2008 e 2009.
Il documento sul quale il numero uno del Lingotto sta lavorando dovrebbe includere anche le destinazioni produttive dei futuri modelli di Fiat Auto. Ed è proprio su questo argomento che sono emerse le prime ipotesi. In particolare, la fabbrica di Cassino, oltre alla Croma, potrebbe essere scelta per ospitare la produzione di tutta la nuova «gamma C» del gruppo. Oltre alla Fiat Bravo, la cui linea sarà attivata all’inizio del 2007, l’impianto potrebbe ospitare anche le future Lancia Delta Hpe e Alfa Romeo 149. Tutti veicoli, del resto, destinati a condividere la medesima piattaforma. A Pomigliano d’Arco, invece, resterebbe la produzione dell’Alfa 159 insieme a un altro modello del Biscione, probabilmente un crossover (vettura in po’ station wagon e un po’ sport utility).
C’è poi Mirafiori dove, insieme alla Grande Punto e una volta terminata la produzione del vecchio modello che comunque proseguirà anche nel 2007, entrerebbe in produzione l’Alfa Junior, come viene chiamato il progetto della futura coupé-cabrio compatta italiana.