Fiat Melfi, altra domenica con la linea Punto ferma

da Milano

A Melfi si ci avvia alla quarta domenica di stop consecutiva. Nella stabilimento della Fiat, dove viene prodotta la Grande Punto, tra azienda e sindacato non è stato trovato ancora un accordo sul turno serale della domenica, ritenuto indispensabile per far far fronte alla domanda dei mercati. Mercoledì dovrebbe tenersi l’ennesimo incontro durante il quale, alla richiesta della Fiat di lavorare la domenica fino ad aprile, i sindacati potrebbero proporre una soluzione intermedia: turni fino a gennaio e un bonus in busta paga. A decidere se continuare il braccio di ferro oppure accettare l’«accordo-ponte» saranno comunque gli operai, anche alla luce della sempre più evidente spaccatura tra la Fiom-Cgil (arroccata sul no alla domenica) e le altre sigle sindacali. Intanto, in attesa che la produzione della Grande Punto si normalizzi, l’impianto polacco di Tychy ha sfornato la Fiat Panda numero 500mila, modello tra i più richiesti in Europa. Sempre la Fiat, infine, ha aumentato, in Italia, la quota di mercato nei veicoli commerciali in Italia: dal 41,6 al 41,8%. Quota in crescita anche per Iveco (10,9%), mentre Piaggio ha consegnato il 42% di veicoli in più.