Fiat nel mirino (-4,4%) Interviene Marchionne: «Obiettivi confermati»

A Milano, ieri, sono state vendute a piene mani le Fiat (-4,4%), che hanno ampliato la perdita proprio sul finale. I titoli del Lingotto hanno risentito dei timori per un rallentamento delle immatricolazioni, all’indomani delle indicazioni fornite da Iveco, secondo le quali nel 2009 le consegne di camion registreranno un rallentamento del 5-10% in Europa occidentale. Tra le sale operative c’è anche chi è arrivato a temere un allarme profitti dell’azienda. Ma a Borsa appena chiusa è arrivata la smentita ufficiale del gruppo. «Le voci relative a un possibile “profit warning” sono destituite di ogni fondamento - afferma una nota - come ha dichiarato recentemente l’amministratore delegato Sergio Marchionne, si confermano e ribadiscono tutti gli obiettivi economici e finanziari fissati da tempo per il 2008».