Fiat raddoppia in Brasile e investe 1,5 miliardi

La Fiat prevede di investire da 3 a 3,5 miliardi di Real (da 1,3 a 1,5 miliardi di euro) nella sua seconda fabbrica in Brasile dopo quella di Belo Horizonte. Sorgerà a Goiana, a nord di Recife, nella regione del Pernambuco, su un’area di 14 milioni di metri quadri. Lo comunica la società, che afferma «di aver completato lo studio per realizzare il nuovo stabilimento, che grazie all’elevato livello di integrazione» potrà produrre tra 200mila e 250mila unità all’anno con un numero di addetti superiore ai 3.500 previsti in origine. La produzione dovrebbe cominciare a inizio 2014.
«La decisione di investire nel Pernambuco - dice il gruppo in un comunicato - deriva dalle prospettive favorevoli del mercato nel lungo termine in tutte le regioni del Paese, specialmente nel Nordeste», dove è situata la nuova fabbrica, il cui design è risultato possibile in quanto la società «ha trovato un’area in grado di ospitare la fabbrica, il parco fornitori, il centro di qualificazione professionale e quello di ricerca e sviluppo e dei test su strada». Fiat ha aggiunto di aver scelto di investire nel Pernambuco a fronte «delle politiche di sviluppo locali, delle adeguate condizioni logistiche, della posizione geografica strategica e del suo impegno a lungo termine nel Paese». Pernambuco è considerata la regione più sviluppata del Nordeste.
Cledorvino Belini, presidente di Fiat per l’America Latina, ha osservato che «stiamo lanciando formalmente una nuova fase nei 35 anni di storia della Fiat in Brasile e, allo stesso tempo, aiutiamo a costruire una fase di sviluppo estremamente importante per il Pernambuco». L’impianto sarà «un centro di competenze a livello di engineering non solo per la produzione di auto, ma anche per il design e lo sviluppo». A questo scopo è stato realizzato un accordo che coinvolge le università del Pernambuco e il Politecnico di torino per la formazione di un gruppo che inizialmente conterà 50 giovani ingegneri.
Il mercato dell’auto brasiliano è previsto quest’anno in rialzo del 5% a 3,69 milioni di unità. Fiat è leader in BBrasile con una quota pari al 22,9% del mercato, seguita da vicino dall’ex numero uno Volkswagen (22,2%) e da General Motors (19,9%). Il mercato brasiliano è previsto salire a circa 4,7 milioni di unità nel 2014. E nel suo piano strategico, la Fiat punta a vendere 1,1 milioni di unità nel paese nel 2014 (760mila unità nel 2010).