Fiat riprende l’attività

Con il secondo turno, è ripresa ieri l’attività in tutti gli stabilimenti dell’auto di Fiat, bloccati da qualche giorno per lo sciopero degli autotrasportatori. Martedì un arbitrato del governo ha chiuso la vertenza delle bisarche. L’accordo prevede un aumento del 7% dal 1° maggio e una una tantum di 3.000 euro. Gli stabilimenti bloccati erano Melfi, Mirafiori carrozzerie e presse, Cassino (solo la linea Stilo) e da martedì anche Pomigliano. Ieri il titolo della casa automobilistica ha perso lo 0,7% alla Borsa di Milano.