Fiat sbanda -3,2% si riprende Bpm

Milano tenta il rimbalzo, ma non ce la fa e chiude nuovamente in calo. Il Ftse Mib ha perso ieri lo 0,14%. Ancora giù Fiat che ha ceduto il 3,21%; continua, invece, la corsa di Fiat Industrial (+2,07%) dopo l’annuncio della fusione con Cnh. Tra le banche, rialza la testa Bpm (+0,66%) colpita dalle ripercussioni dell’inchiesta sull’ex presidente; salgono anche Unicredit (+0,41%) e Intesa Sanpaolo (+0,1%), in evidenza Bper (+3,32%). Giù Banco Popolare (-1,54%) e Generali -0,67%. Tra gli energetici scatto di Snam (+4,15%) ed Eni (+1,69%); scendono Saipem (-1,72%), Enel (-0,17%), A2a (-4,84%) ed Enel green power (-4,29%). In calo Mediaset (-2,86%) dopo le indicazioni sul mercato pubblicitario fornite dal presidente Fedele Confalonieri. In rosso Ferragamo (-1,02%) e Luxottica (-0,49%) Poco mossa Telecom (-0,3%), lieve rialzo per Stm (+0,1%). Brillante la As Roma (+15,14%) in attesa dell’ufficializzazione dell’ingaggio di Zdenek Zeman. Chiusura in rosso per le Borse europee. Francoforte -0,26%, Londra -0,03 mentre Parigi sale dello 0,05 per cento.