Fiat sotto 15 euro Colpa del dollaro debole e del petrolio alle stelle

Fiat in pesante ribasso ieri a Piazza Affari, dove il titolo ha ceduto il 2,4%, tra scambi vivaci, con oltre 75 milioni di pezzi passati di mano. Dalle sale operative è emerso che il settore auto sia risultato ieri il più colpito in Europa con Daimler che ha chiuso in calo del 3,23% e Renault del 2,34%. Il titolo del Lingotto indossa la maglia nera europea anche a causa del dato diffuso dall’Istat sulla produzione di auto a febbraio, scesa del 24,2% rispetto a febbraio del 2007. Ma Fiat sconta anche «il dollaro sempre più debole e il petrolio ai massimi», elementi che - come spiega il responsabile di una sala operativa - «fanno scattare movimenti più che altro speculativi mentre i veri investitori per il momento latitano». Oggi a Pomigliano sciopero di otto ore per protestare contro il piano Marchionne.