Fiat: titoli ancora in rialzo: è «buy» per Goldman Sachs

«Può salire a quota 17». Da inizio anno un balzo dell’89%

da Milano

Prosegue il buon periodo per Fiat che continua a salire in Borsa (più 89% da inizio anno). La casa automobilistica torinese ieri ha beneficiato anche del sostegno di un report di Goldman Sachs. La banca d'affari ha reiterato la raccomandazione di «buy» sulle azioni della società torinese e ha inoltre ritoccato al rialzo il target di prezzo da 14 a 17 euro. Gli esperti della banca d'affari sono convinti che l'amministratore delegato Sergio Marchionne, continuerà a portare avanti la ristrutturazione riuscendo a creare valore per gli azionisti. Insomma, secondo Goldman Fiat rappresenta un «investimento attraente». Prova né è che i titoli del Lingotto sono stati introdotti nella «buy list» paneuropea di Goldman Sachs. In Borsa Fiat ha fatto registrare ieri un progresso dello 0,81% attestandosi a 13,95 euro. Intanto il gruppo cinese Chery Automobiles che ha firmato l’altro ieri un memorandum d’intesa con Fiat, sta considerando l'opportunità di collocare le proprie azioni in Borsa, per raccogliere fondi necessari per lo sviluppo. Il gruppo dovrà investire 30 miliardi di yuan (3,81 miliardi di dollari) nei prossimi 5-10 anni, per espandere la propria capacità produttiva. «L'Ipo potrebbe essere un buon modo per raccogliere fondi» ha detto il vicepresidente Lu Jianhui al Shanghai Securities News senza fornire notizie sui tempi. I
Il memorandum siglato con Fiat prevede la fornitura di motori benzina da 1,6 e 1,8 litri, da montare su vetture della società italiana.