Fiat Torna la Cig a Termini Imerese

Nuovo ricorso alla cassa integrazione per gli operai dello stabilimento Fiat di Termini Imerese nel palermitano. Dal 23 marzo al 10 aprile le tute blu saranno fuori dai cancelli della fabbrica. A comunicarlo ai sindacati è stato lo stesso Lingotto, che nei giorni scorsi aveva annunciato la decisione di ridurre il periodo di Cig di una settimana rispetto a quanto stabilito inizialmente per via degli incentivi alla rottamazione. Gli operai, dunque, torneranno in fabbrica il 2 marzo e non il 9 come detto inizialmente, ma dal 23 marzo si prospetta un nuovo stop. Venerdì, intanto, tute blu, scuole, parrocchie, sindacati e commercianti parteciperanno alla manifestazione promossa dal Comune di Pomigliano d’Arco a sostegno dei lavoratori dello stabilimento Fiat Auto della città alle porte di Napoli, dove «dal mese di settembre a oggi - si legge in una nota congiunta dei sindacati - sono già 19 le settimane di cassa integrazione effettuate e altre ancora ne verranno nel corso dei prossimi mesi». Giornata non facile in Borsa per il titolo Fiat, su cui lunedì si è abbassata la «scure» di Moody’s che ha tagliato il giudizio sul debito a lungo termine. Alla fine, però, il titolo si è portato sopra la parità, chiudendo con un rialzo frazionale (+0,07 a 3,55 euro) dopo aver trascorso gran parte della seduta in territorio negativo.