Una fiction da girare a Genova

«Stiamo trattando per una grossa serie televisiva italiana, che se riuscissimo nel portarla a Genova sarebbe la più importante mai avuta nel capoluogo ligure; realizzeremo un film con il giovane regista Daniele Vicari, che verrà a girare all’inizio dell’anno, e poi due trattative in corso per altrettanti film tedeschi»: è questo il carnet di impegni previsto per la Genova-Liguria Film Commission anticipato dal presidente Andrea Rocco. L’occasione è stata la presentazione delle due serate all’insegna del cinema e della musica classica con le quali la Società per Cornigliano, col sostegno delle diverse istituzioni locali, vuole festeggiare la presa in consegna di Villa Bombrini e l’insediamento nei suoi spazi della Genova-Liguria Film Commission. In una conferenza stampa, svoltasi nella villa della delegazione del ponente alla presenza tra gli altri del Presidente della Regione Liguria Claudio Burlando, degli assessori allo sviluppo Economico di Comune e Provincia, Mario Margini e Paolo Perfigli, dell’Amministratore Delegato di Società per Cornigliano Enrico Da Molo e del presidente dell’Autorità Portuale di Genova Luigi Merlo, è stato illustrato il programma delle manifestazioni «Due serate a Villa Bombrini» che si svolgeranno oggi e domani e durante le quali sarà possibile visitare l’edificio. Oggi inizieranno le proiezioni di diversi filmati dedicati al processo di riconversione delle aree e, a seguire, la proiezione del documentario sulla Liguria realizzato dal regista Silvio Soldini. Domani, invece, nel giardino della Villa concerto dell’Orchestra dei Conservatori.
Nata nel 2006, raccogliendo l’eredità della Genovaset Film Commission, la Fondazione ha assistito ad oggi oltre 150 produzioni, per un totale di circa 600 giornate di riprese.