Fiction inglese: processo a Blair «criminale»

Londra. Anno 2010, Hillary Clinton è presidente Usa, George Bush è in una clinica di disintossicazione e Tony Blair - tormentato da allucinazioni in cui vede bambini iracheni morti - viene processato per crimini di guerra dal tribunale dell'Aia: è questo lo scenario presentato in un nuova fiction trasmesso dalla Tv inglese Channel 4, in cui il premier britannico viene dipinto come un criminale penitente. «Trial» - questo il titolo dell'irriverente programma - inizia mostrando Blair, da poco convertitosi al cattolicesimo, inginocchiato in un confessionale mentre dice a un prete di doversi togliere dalla coscienza alcuni peccati inconfessabili e termina con un’immagine dell'ormai ex premier mentre viene scortato verso il tribunale dell'Aia. Alistair Beaton, autore della sceneggiatura, dice: «Per quanto Blair cerchi di evitarlo, la sua eredità sarà inevitabilmente l'Irak».