Fiducia, Berlusconi: "Il terzo polo è una bufala" Fini rilancia: "Ormai questo governo non c'è più"

Berlusconi: &quot;La nuova maggioranza è solo una bufala. Nessuno è alla mia altezza&quot;. Fini replica duro: <strong><a href="/interni/fini_il_governo_ormai_non_ce_piu_ridicolo_dire_noi_alleati_sinistra/politica-governo-fini-berlusconi-parlamento-crisi-sfiducia-terzo_polo/03-12-2010/articolo-id=491226-page=0-comments=1" target="_blank">&quot;Il governo ormai non c'è più&quot;</a></strong>. Casini &quot;candida&quot; Letta premier. Il Cavaliere torna sulle presunte rivelazioni del sito di Assange: &quot;Io stanco e malato? Sono solo gossip, vado avanti&quot;

Sochi - Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi torna a parlare di politica interna e lo fa dal bilaterale Italia-Russia in corso a Sochi. "Una nuova maggioranza alla Camera? E' solo una bufala. Nessuno è alla mia altezza, nel terzo polo sono guidati unicamente da smisurate ambizioni personali. Ma gli italiani non vogliono cambi", taglia corto così il Cavaliere annunciando poi che domani sarà a Napoli "per la questione dei rifiuti che credo si possa concretamente risolvere".

Le ambizioni del terzo polo "Il terzo polo è esile nei numeri ma certamente smisurato nelle ambizioni". Secondo Berlusconi, il Terzo polo mira ad allearsi con la sinistra per governare e far "tornare indietro" il nostro Paese. Berlusconi interviene sulla "nascita del terzo polo: è esile nei numeri ma certamente smisurato nelle ambizioni". Questo soggetto politico, insiste il premier, "ha un programma chiaro: cambiare la legge elettorale per introdurre un tetto al premio di maggioranza" con l’obiettivo di "non farlo scattare" così che questo meccanismo consenta al terzo polo di "diventare arbitro della situazione e scegliere l’alleanza con la sinistra per il Governo". Ma così facendo "si fa tornare il nostro sistema politico alla situazione dei partiti che non davano programmi, non indicavano alleanze e non indicavano chi avrebbe governato". Il presidente del Consiglio crede che "nessuna persona di buon senso, e gli italiani lo sono, possa ritenere che questo sia nell’interesse del Paese".

La fiducia in Gianni Letta Poi il premier torna sulle indiscrezioni diffuse dal sito Wikileaks e rilanciate dal Guardian e dal Pais: "I gossip di questi giorni rendono necessarie le mie dichiarazioni e la prima è su Gianni Letta" che si tratta della "persona più limpida e leale che si possa immaginare". "In decenni della nostra amicizia e collaborazione, mai una sola volta ha avuto un comportamento che non fosse sincero, leale, istituzionale", ha aggiunto il premier stigmatizzando che: "scrivere di comportamento ambiguo o addirittura sleale verso di me è calunnioso, è scrivere il falso ed è disinformare". "A lui va il mio affetto, la mia amicizia, la stima e la riconoscenza più totale", ha proseguito precisando: "Lo stesso discorso vale per il senatore Giampiero Cantoni che conosco da mezzo secolo e che ha la mia amicizia e la mia stima". Smentisce anche le presunte voci sul suo stato di salute: "Malato e depresso? Sono solo gossip, io vado avanti".

Il premier a Napoli Il presidente del Consiglio ha fatto, poi, sapere che domani sarà a Napoli per la questione dei rifiuti. Un'emergenza che, secondo Berlusconi, "si può concretamente risolvere". "Questa sera tornerò a Roma - ha ribadito il premier - domani sarò a Napoli per questa vicenda".