La Fiera «al caldo» grazie ai rifiuti bruciati

La Fiera riscaldata ecologicamente, e intanto si smaltiscono i rifiuti. Dal mese di gennaio, infatti, il nuovo polo fieristico di Rho-Pero è riscaldato grazie all’energia termica prodotta dalla combustione dei rifiuti del termovalorizzatore dell’Amsa, «Silla 2». Si tratta di un termovalorizzatore moderno, che consentirebbe un funzionamento a pieno regime con rischi praticamente nulli per la popolazione grazie a una monitorizzazione costante e la neutralizzazione delle sostanze potenzialmente pericolose tramite un apposito impianto di abbattimento degli inquinanti.
L’iniziativa dell’Amsa, volta a produrre calore ed energia assicurando un cospicuo risparmio, è sostenuta dal Comune. «Un solo chilo di rifiuti termovalorizzato - ha dichiarato Maurizio Cadeo, assessore all’Arredo, decoro urbano e verde - fornisce energia sufficiente per tenere accese dieci lampadine da 100W per un’ora circa. Inoltre - ha assicurato - le emissioni di sostenze inquinanti del Silla 2 rispettano ampiamente i limiti di legge europei».
Nel frattempo il presidente della società di servizi ambientali del Comune ha annunciato un cospicuo investimento per ridurre le emissioni di ossidi di azoto a meno di un quarto degli attuali limiti di legge entro l’inizio del 2008.