La Fiera del libro invita gli scrittori giordani

Un invito agli scrittori giordani perché vengano a Torino, nei giorni della Fiera del Libro, a esprimere la loro opinione nei confronti della cultura israeliana. A lanciarlo è Ernesto Ferrero, direttore editoriale della Fiera, che ha così risposto alla Lega degli scrittori giordani e al loro appello a boicottare la ventiduesima edizione dell’evento per la presenza di Israele come ospite d’onore. «Mi sembra davvero singolare e paradossale che degli scrittori, siano essi giordani o altri, chiedano di negare la parola ad altri scrittori in una sede di libero confronto - ha detto Ferrero -. Voglio credere che si tratti di un equivoco o di un malinteso, perché se così non fosse bisognerebbe concludere che questi scrittori usurpano la qualifica. Se invece sono proprio degli scrittori, che vengano a Torino a dire la loro: a fermarli non sarà certo una Fiera che si è sempre distinta per la pluralità delle voci che ospita».