Turismo, Regione e Fiera insieme per promuovere la Lombardia all'estero

Approvato dalla giunta regionale la convenzione per la "realizzazione di azioni condivise di promozione turistica integrata sui mercati internazionali"

Fiera Milano non è solo un importante strumento di politica industriale per la crescita dei settori manifatturieri e del made in Italy ma anche ambasciatore della Lombardia e delle sue eccellenze turistiche. La giunta della Regione Lombardia ha approvato il testo di una convenzione con Fiera Milano Spa per la "realizzazione di azioni condivise di promozione turistica integrata sui mercati internazionali".

"Attraverso questo accordo ci impegniamo a far conoscere la bellezza e la grande vocazione turistica della Lombardia nel mondo e a promuovere i fattori dell’attrattività del nostro territorio in Italia e sui principali mercati internazionali", ha detto Mauro Parolini assessore al Commercio, Turismo e Terziario, commentando l’approvazione da parte dalla giunta della delibera che, su sua proposta, dispone il documento di convenzione.

"Questa proposta operativa – ha spiegato Parolini – è frutto di un collaborazione virtuosa tra Regione Lombardia e Fiera Milano Spa, un ente prestigioso che negli anni ha saputo strutturare un'ampia e consolidata presenza sui principali mercati internazionali e che, oltre a gestire l'importante polo fieristico milanese, è titolare di numerosi marchi fieristici e cura l'organizzazione di numerose manifestazioni estere".

L'accordo prevede la partecipazione di Regione Lombardia, e l'adesione attraverso progetti di promozione specifici da parte di consorzi, autonomie funzionali e degli operatori turistici lombardi, alle più importanti manifestazioni fieristiche internazionali che si svolgono a Milano e a quelle con sedi espositive all'estero, tra cui Cape Town, Istanbul, New York, Mosca, San Paolo e Shanghai.

"Teniamo in modo particolare a questo accordo con Regione Lombardia - sottolinea Enrico Pazzali, amministratore delegato di Fiera Milano -. Fiera Milano è una realtà globale e un importante motore di sviluppo al servizio dell'economia italiana. Ma non dimentica di avere profonde radici nel territorio che la ospita da quasi un secolo. Dobbiamo molto a questo territorio e siamo ben felici di aiutare a farlo conoscere nel mondo, offrendogli visibilità e promozione nelle nostre manifestazioni in Italia e all'estero".

"Alla definizione dell'attrattività turistica della Lombardia – ha aggiunto ancora Parolini – concorrono oggi diversi settori: dal commercio all'enogastronomia, passando dagli aspetti produttivi e culturali, di fruizione delle ricchezze naturali dei nostri laghi e delle montagne e a quelli dell'accoglienza e delle eccellenze nel settore della moda e del design. Promuovere in maniera integrata questi fattori attraverso il contatto con il pubblico e gli operatori presenti alle più importanti manifestazioni fieristiche rappresenta un'azione strategica formidabile per cogliere tutte le opportunità che è in grado di offrire un settore, quello turistico, che continua a crescere nonostante la crisi".