Fiera Milano, ricavi in calo ma crescono estero e congressi

Approvata dal cda la relazione finanziaria al 30 giugno. L'amministratore delegato Enrico Pazzali: "Penalizzati dalla crisi interna e dall'assenza nel calendario di importanti saloni biennali e triennali". Avanti con la strategia dell'internazionalizzazione. Partnership con Expo 2015 e accordi per fornire servizi integrati ai Paesi che partecipano all'Esposizione Universale

Il cda di Fiera Milano ha approvato la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2013 che evidenzia ricavi a 138,5 milioni di euro (-14% rispetto al primo semestre 2012), Mol a 5,4 milioni di euro contro 30,8 milioni nel primo semestre dell'esercizio precedente, Ebit pari a 1,9 milioni contro 24,7 milioni. Progresso invece per le attività dell'estero: superficie espositiva di 143mila metri quadrati netti e Mol di 1,8 milioni di euro (in crescita rispettivamente del 29% e del 49% rispetto al primo semestre 2012). Risultati inferiori rispetto allo stesso periodo del 2012a causa da un lato dalla crisi del mercato italiano, dall'altro dal calendario fieristico sfavorevole mentre sono postivi i dati delle manifestazioni all'estero e del settore congressuale.

"Fiera Milano - spiega l'amministratore delegato Enrico Pazzali - chiude il primo semestre con risultati penalizzati dall'assenza di importanti mostre biennali e triennali presenti invece nel primo semestre 2012, e dalla grave recessione del mercato domestico, che si riflette inevitabilmente sulla partecipazione delle aziende alle fiere professionali. Continuano invece a dare soddisfazione le mostre organizzate all'estero, nei nuovi grandi mercati extraeuropei, e i congressi. Ma il loro contributo non basta per compensare i cali dovuti alla contrazione del mercato italiano".

"Di fronte a criticità sottratte al nostro controllo, e che peseranno anche nei mesi a venire - aggiunge Enrico Pazzali - Fiera Milano intensificherà gli sforzi diretti a sostenere e rilanciare le sue mostre leader e ad accelerare la crescita internazionale, attraverso l'integrazione delle società neo-acquisite e uno scouting che non conosce sosta di potenziali nuove partnership. L'altro fronte sul quale stiamo rafforzando il nostro impegno è quello di Expo 2015, ormai entrato nella piena operatività".

L'esercizio precedente aveva in calendario le grandi manifestazioni "biennali anno pari" Mostra Convegno Expocomfort e Xylexpo, oltre alle manifestazioni triennali Ipack-Ima e Plast. La situazione di crisi perdurante ha penalizzato l'edizione di gennaio di Macef e la Bit, la Borsa internazionale del turismo, mentre il semestre registra l'ottimo andamento della biennale Tuttofood e del Salone Internazionale del Mobile, oltre alla crescita delle manifestazioni organizzate all'estero.

Da segnalare l’esordio in Italia di tre nuove manifestazioni: Super, organizzata a Milano da Pitti Immagine in partnership con Fiera Milano nel settore accessori e prêt-à-porter donna; The Innovation Cloud, mostra B2B dedicata alle tecnologie energetiche innovative; Made in Steel, evento di riferimento per gli operatori della filiera siderurgica. All'estero c'è stato esordio di theMICAMshanghai, salone internazionale delle calzature di alta gamma organizzato in Cina da Anci e Fiera Milano, e il lancio a Singapore di Rehabtech, evento per il mondo dei disabili, e a San Paolo (Brasile) di Food Hospitality World.

L'attività di internazionalizzazione è proseguita con l'acquisto, perfezionato il 15 maggio 2013, del 75% del capitale dell'operatore fieristico cinese Worldex (China) Exhibition & Promotion Ltd.Worldex (China), che opera in Cina nelle province di Guangdong e Hainan, vanta un portafoglio di sette manifestazioni, di cui quattro leader nel mercato cinese nei settori agroalimentare, dell’ospitalità professionale e della tecnologia per il risparmio energetico, una in India nel settore della meccanica e una in Thailandia nel settore dell’arredamento e dell’elettronica di consumo. Nel 2014 è previsto il lancio di una manifestazione in Brasile nel settore dell’arredamento e dei materiali per costruzioni.

Nell'ambito dell'importante collaborazione con Expo 2015, Fiera Milano ha sottoscritto importanti accordi con due primari operatori, leader internazionali nell'organizzazione di grandi eventi: Pico InCreative UK Ltd, filiale londinese di Pico Far East Holdings Limited, e Nussli Italia srl, società italiana del Gruppo Nussli. Si tratta di partnership che rafforzano la posizione di Fiera Milano come fornitore di servizi integrati all'Esposizione Universale e ai Paesi aderenti. Sempre sul fronte Expo 2015, Fiera Milano ha ottenuto nel semestre l'affidamento della progettazione dei Cluster, i nove padiglioni collettivi per tipo di prodotto che costituiranno parte integrante dell'Esposizione dedicata all'alimentazione) e la qualifica di Official Partner for Operations dell'Esposizione universale.