Alla Fiera di Rho Il mondo in vetrina, c’è anche un simulatore di Formula Uno

L’edizione numero 31 della Bit, quella dei 150 anni dell’Unità, si apre senza due pezzi importanti dell’Italia, Abruzzo e Sicilia. Due Regioni che, per motivi strategici ed economici hanno scelto di non partecipare alla Borsa Internazionale del Turismo che accoglierà migliaia di visitatori da oggi a domenica alla Fiera di Rho-Pero. I primi due giorni riservati agli operatori, il weekend anche al grande pubblico. L’assenza di Abruzzo e Sicilia ha provocato qualche strascico polemico. Ma Vittorio Sgarbi, sindaco della siciliana Salemi, assicura che «quello che avrebbe dovuto fare la Regione, lo faremo noi». Il critico d’arte oggi inaugura alla Bit il «Museo della Mafia» di Salemi. L’Abruzzo sarà rappresentato invece solo dal corteo della Perdonanza dell’Aquila che sfilerà nei padiglioni della Fiera. All’inaugurazione di questa mattina sono attesi il ministro del turismo Michela Vittoria Brambilla e il vicepresidente della Commissione Europea Antonio Tajani, saranno rpesenti il sindaco Letizia Moratti e il governatore Roberto Formigoni.
Saranno quattro giorni per fare il punto sui contenuti, i servizi, le opportunità formative, le nuove tendenze e le mete emergenti. Tre i padiglioni dedicati all’Italia, gli altri al resto del mondo e a tour operator, agenzie di viaggio, catene alberghiere, vettori aerei, marittimi e ferroviari, noleggi e società di servizi. Tra i circa 130 paesi partecipanti, anche alcune new entry Indonesia, Oman e Kazakhstan e grandi ritorni come Gambia e Seychelles. Rafforzano la loro presenza espositiva destinazioni importanti come India e Giappone.
Tra le principali novità dell’edizione 2011 c’è il rafforzamento di Bit BuyItaly, il principale workshop italiano sul turismo, che quest’anno sarà per la prima volta aperto anche ai privati: attesi oltre cinquecento attori internazionali del settore. E anche la Formula 1 può aiutare ad attrarre visitatori: lo pensano il Comune, la Provincia e la Camera di Commercio di Monza che alla Bit portano un simulatore di guida di una monoposto che regalerà le emozioni di girare a velocità da brivido tra le storiche curve del Gp di Monza. Ma i bolidi della F1 sono protagonisti anche di un’altra iniziativa dei tre enti. Nel portale www.visitbrianza.it, infatti, un simulatore virtuale darà la possibilità di visitare alcune delle bellezze del territorio brianzolo.